Flou contro Mondo Convenienza per la tutela del design sul letto Nathalie

Con una recente ordinanza, la Corte di Cassazione si è soffermata sui criteri di risarcimento del danno relativamente alla violazione di opere di design. Nel caso in esame, Flou S.p.A. agiva contro Mondo Convenienza Holding S.p.A. lamentando la violazione dei diritti di intellectual property sul letto “Nathalie”, attraverso la produzione, commercializzazione e pubblicizzazione dei letti “Max” e “New Max”. Il Tribunale di Milano, con decisione parzialmente confermata dalla Corte d’Appello, accertò che il letto Nathalie fosse tutelabile ai sensi dell’art. 2, n.10, I.d.a., escludendo la tutela come marchio di forma non registrato. Mondo Convenienza era quindi responsabile della violazione di tale diritto. Flou impugnava in Cassazione la sentenza, chiedendo che il risarcimento del danno fosse incrementato. La Corte, con la decisione in commento (Ord. n. 27901 del 13 ottobre 2021), ha rigettato il ricorso.

In particolare, la società chiedeva di quantificare il risarcimento sulla base del criterio della retroversione degli utili ai sensi dell’art. 125 c.p.i., poiché applicabile anche alle violazioni di diritto d’autore. La Cassazione ha rilevato come l’art. 158 l.d.a. contempli effettivamente la possibilità di tener conto degli utili conseguiti dall’autore dell’illecito ai fini della liquidazione del lucro cessante. Tuttavia, si tratta di un’opportunità, non di un obbligo. I giudici di merito possono pertanto decidere, alla luce dell’esame del caso concreto, di applicare tale criterio oppure propendere per altri.


Studio EPO: UE e USA guidano l’innovazione nel riciclaggio della plastica

L’Ufficio europeo dei brevetti (EPO) ha pubblicato un recente studio intitolato “Patents for tomorrow’s plastics. Global innovation trends in recycling, circular design and alternative sources“. Viene quindi presentata un’analisi completa delle tendenze dell’innovazione nel periodo 2010-2019 che stanno conducendo la transizione verso un’economia circolare per la plastica.

Il documento mostra come, da una prospettiva globale, l’Europa e gli Stati Uniti stiano guidando l’innovazione nel riciclaggio della plastica e nelle tecnologie plastiche alternative. L’Europa e gli Stati Uniti hanno rappresentato, infatti, ciascuno il 30% dell’attività di brevettazione in tutto il mondo in questi settori tra il 2010 e il 2019.


Il team di Intellectual Property di SGP è a vostra disposizione per ogni chiarimento.